RSS

RaiTre non può mandare in onda Ballarò e propone il documentario Dittatura. Un caso? | Approfondimenti

02 Mar

ballaroCome largamente annunciato (leggi il nostro post “Censura in corso” dell’11 febbraio) il regime berlusconiano ha deciso di mettere a tacere l’informazione in Italia (intanto) per un mese. Fino alle amministrative di fine marzo censura e sospensione di molti programmi di informazione tra cui Ballar�, Annozero, Porta a Porta e L’Ultima parola. Per la Rai addio a diversi milioni di euro di investimenti pubblicitari (indovinate dove finiranno) e per i cittadini la certezza di essere disinformati da Augusto Minzolini e dagli altri servi falsari della verit� che imperversano nella tv di Stato. Oggi alle 20 si terr� un sit-in di protesta convocato dalle redazioni dei programmi sospesi, dall’Usigrai e dalla Fnsi. Ovviamente � tutto inutile. E’ troppo tardi. Ormai per mettere a tacere le voci di dissenso il regime sta dimostrando di essere in grado di cancellare anche alcune voci favorevoli, ma con sempre minor seguito (Vespa) o con pochissimi spettatori (Paragone). A questo punto manca solo il delitto eccellente per far rientrare tutti nei ranghi e certificare lo stato di dittatura fin qui morbida ma da quel momento dichiarata in Italia.

Nel 1924 a Mussolini fu necessario far rapire e uccidere il parlamentare socialista e feroce oppositore del fascismo Giacomo Matteotti per poi imprimere la svolta autoritaria. Questo scenario terrificante e chiaramente provocatorio � certamente lontano dalla realt� dei fatti, ma solo pochi mesi fa, mai si sarebbe potuto pensare che una serie di leggi incostituzionali consentisse di arrivare a questo grado di deriva democratica. E’ quindi meglio iniziare a prefigurare lo scenario che potrebbe palesarsi in tempi pi� o meno brevi se la resistenza allo strapotere del governo dovesse continuare a crescere.

Su questa lunghezza sembra essere RaiTre che, obbligata a non trasmettere Ballar�, metter� in onda il documentario della Grande storia dal titolo “Dittatura“. Tema del programma, l’avvento del fascismo in Italia: a partire dal famoso discorso di Mussolini sul “potevo fare di quest’aula sorda e grigia un bivacco per i miei manipoli”.

Appunto.

diventa fan su facebook

vota su oknotizie

Aggiungi un nuovo commento

Stai commentando come Ospite. Opzionale: Accedi a uno dei servizi.

Ricevi i nuovi commenti via email
Scrivi come Ospite

Visualizzati 0 commenti

URL trackback  

blog comments powered by Disqus

Posted via web from L0cutus Micro Blog

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 marzo 2010 in 1

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: