RSS

Berlusconi promette liste pulite per le regionali | Italia Dall’Estero

01 Mar

[El Pa

Irritato dall%u2019indagine giudiziaria che ha scoperchiato il sistema di corruzione, favori ed affari privati nato intorno alla cupola della Protezione Civile, l%u2019istituzione piolare e coccolata del suo gabinetto, Silvio Berlusconi ha provato domenica a recuperare l%u2019iniziativa politica promettendo che, alle elezioni regionali del 28 e 29 marzo, il suo partito non presenterandidati %u201Ccoinvolti in maniera certa%u201D.

%u201CNon siamo di fronte ad una nuova Tangentopoli%u201D, ha spiegato il primo ministro cercando di minimizzare il grande scandalo. %u201CSi tratta di casi isolati che perseguiremo e sanzioneremo%u201D. Senza attaccare i giudici questa volta, Berlusconi ha attribuito le imputazioni a carico di vari alti funzionari del suo Governo (tre di loro sono in carcere da dieci giorni) alla %u201Cdisperazione e al malgoverno della sinistra%u201D, e a %u201Cuna furia autodistruttiva che cerca di trasformare una delle pagine piili della nostra storia recente (il lavoro della Protezione Civile) in una storia di affari sporchi e corruzione%u201D.

Ciononostante, l%u2019ultimo allarme della Corte dei Conti indica che il caso che ha infangato i viceministri Guido Bertolaso e Gianni Letta olo la punta di un enorme iceberg. Nel 2009 le denunce di corruzione sono cresciute del 229% rispetto all%u2019anno precedente e la cattiva amministrazione ostata all%u2019erario 60 miliardi di euro, afferma la Corte, che ricorda come il livello di illegalitbbia raggiunto quello dell%u2019epoca di Tangentopoli, il terremoto dei finanziamenti illegali che nel 1992 mise fine ai partiti tradizionali e alla Prima Repubblica.

Ci sono altri parallelismi tra quel sisma e l%u2019agitato presente. Secondo la vivida espressione di Paolo Mieli, ex direttore del Corriere della Sera, %u201Cla pentola sta per esplodere%u201D. A un mese dalle regionali, il clima sociale i crescente sfiducia e disaffezione. Un%u2019inchiesta della rete televisiva Sky24 ha segnalato che due italiani su tre giudicano il caso Protezione Civile pive di Tangentopoli. Il caso ha fatto cadere la popolariti Berlusconi al minimo storico, il 46%.

Alcuni osservatori pensano che stiamo assistendo all%u2019inizio della fine della Seconda Repubblica. Alla paura degli immigranti e all%u2019incertezza sulla crisi si unisce la crescente rabbia contro la casta dei politici. Il giornalista Giancarlo Santalmassi la riassume cos%u201Cla sensazione i ribrezzo%u201D. E avverte: %u201CIl momento eggiore di Tangentopoli perchdesso anche i giudici sono corrotti%u201D.

Ad oggi ci sono gina trentina di persone coinvolte. E l%u2019indagine continua ad ampliarsi . Gli atti di giudiziari citano come parte del sistema corrotto funzionari, imprenditori e politici in rapporto con la mafia; appaiono nomi illustri, come Paolo Berlusconi, fratello del primo ministro, o Marcello Dell%u2019Utri, e rivelano che non manca neanche la magistratura: tra gli imputati ci sono un procuratore aggiunto di Roma, un magistrato della Corte Costituzionale e due giudici della Corte dei Conti.

Nel frattempo, una valanga di titoli suggestivi si accumula sui giornali fomentando il disprezzo nei confronti della casta dei politici. Lo Stato sovvenziona in questo momento 626.000 auto ufficiali, dieci volte di pi la Germania o gli Stati Uniti. Un assessore della giunta regionale lombarda, preso in flagrante a Milano mentre prendeva 10.000 euro di tangente nascosti in un pacchetto di tabacco; un impiegato del comune di Napoli preso mentre  intascava mille euro; il sottosegretario di Stato all%u2019Economia, Nicola Cosentino, accusato di compliciton la Camorra, riconfermato nel suo incarico%u2026

Tanta spazzatura tutta insieme ha aperto crepe profonde nel centrodestra. Berlusconi ha parlato pubblicamente di %u201Cgiochi di potere%u201D nella maggioranza. La frattura fra i seguaci di Gianfranco Fini e quelli dell%u2019ex Forza Italia sembra irreparabile. Il ministro dell%u2019Economia Giulio Tremonti e la Lega Nord hanno accolto con disagio visibile i maneggi della %u201Cbanda romana%u201D della Protezione Civile. Il ministro Gianfranco Rotondi ha accusato ieri l%u2019apparato berlusconiano di aver eliminato dalle liste la corrente democristiana, la pinvolta nella diabolica macchinazione.

[Articolo originale “Berlusconi promete listas limpias para las regionales” di Miguel Mora]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.

  • email

  • Google Bookmarks

  • Facebook

  • MySpace

  • Live-MSN

  • OKnotizie

  • YahooMyWeb

  • StumbleUpon

  • Blogosphere News

  • Webnews

  • eKudos

  • LinkedIn

  • Technorati

  • TwitThis

  • BarraPunto

  • Digg

  • Pownce

  • Wikio IT

  • Wikio

Posted via web from L0cutus Micro Blog

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 marzo 2010 in 1

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: