RSS

Emilio Lavazza, il re italiano del caffè | Italia Dall’Estero

26 Feb

[El Pa

Il re del caffe italiano, Emilio Lavazza, orto lo scorso marted6 Febbraio a Torino a 78 anni, dopo aver dedicato tutta la vita all%u2019azienda di famiglia che aveva fondato suo nonno Luigi nel 1895. Il %u201Csignor Emilio%u201D, come lo chiamavano i suoi dipendenti, iuscito a rendere il marchio Lavazza uno dei piosciuti in Italia %u2013 circa il 99% della popolazione dice di conoscerlo %u2013 grazie alla sua precoce intuizione circa il potere della pubblicitn televisione.

Dicono che gli piacesse il caffistretto, con un cucchiaino di zucchero appena girato, e che ogni volta che poteva andasse a prenderlo da Platti, un cafftorico di Torino. Lo chiamavano anche Mr. Espresso, e si racconta che conoscesse tutti i propri dipendenti per nome, come raccomanda la migliore scuola del capitalismo familiare italiano.

Emilio Lavazza tato un innovatore radicale, un imprenditore che non ha mai ceduto ai canti delle sirene delle multinazionali, e che in 40 anni di gestione iuscito a portare l%u2019impresa del caffa leader locale a essere presente in 90 Paesi.

Marco Testa, capo di un%u2019impresa di pubblicithe per mezzo secolo tata incaricata di vendere il marchio Lavazza, ha raccontato in questi giorni alla stampa italiana che il signor Emilio era un %u201Ctipo straordinario, che mescolava ironia, giovialit grande capaciti di comunicare con la gente%u201D.

Suo padre Giuseppe tato l%u2019autore del martellante slogan che rese famoso Nino Manfredi (%u201Cpimandi gitira su%u201D, che significa grosso modo %u201Cquanto pibevi, meglio ti senti%u201D) e che catapult Lavazza sui tavoli delle case e sui banconi dei bar italiani.

Nuove miscele

Le varietlassiche di maggior successo sono state Caballero e Carmencita, ma Lavazza continuinventare di volta in volta nuove miscele con l%u2019aiuto di Alfredo Vanni, il primo chimico assunto dall%u2019azienda.

La Lavazza non ai entrata in Borsa, sebbene anticip globalizzazione, e ha chiuso il 2009 con un fatturato di 1.100 milioni di euro. Il signor Emilio se n%u2019ndato senza riuscire a portare a termine il sogno che lo univa al Torino, ossia farsi carico del mitico club granata, che oggi langue in serie B.

[Articolo originale “Emilio Lavazza, el rey italiano del cafdi Miguel Mora]

Condividi : Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.

  • email

  • Google Bookmarks

  • Facebook

  • MySpace

  • Live-MSN

  • OKnotizie

  • YahooMyWeb

  • StumbleUpon

  • Blogosphere News

  • Webnews

  • eKudos

  • LinkedIn

  • Technorati

  • TwitThis

  • BarraPunto

  • Digg

  • Pownce

  • Wikio IT

  • Wikio

Posted via web from L0cutus Micro Blog

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 26 febbraio 2010 in 1

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: